Benvenuti sul sito del Progetto Ritmincanto

Dai colori alla Musica

Sarà capitato anche a Voi, ascoltando una musica o  guardando un quadro,  di essere coinvolti emoti vamente, associando nella vostra memoria alcune immagini con l’accendersi  dei colori o il  riaffiorare di ricordi che pensavate di aver cancellato. Le due arti, Pittura e Musica, hanno in comune la creati vità e i colori/suoni  variegati che l’artista utilizza per descrivere delle sensazioni, raccontare con le immagini e stimolare la fantasia di chi guarda o sa aascoltare. E’ una dote che abbiamo tutti, fin dalla nascita. Anzi, prima.

COLORI E MUSICA NELLA FASE PRE-NATALE

Con i bambini,  l’abbinamento Musica e Colori  è naturale e innato. Negli ultimi dieci anni sono usciti diversi libri, ricerche e articoli autorevoli che consigliano alle mamme in attesa di ascoltare Musica, perchè  il nascituro ascolta e assimila tutto nei 9 mesi di gestazione. Inoltre, gli esperti, consi gliano di continuare questo percorso educativo,  usando come strumenti la voce della mamma o del papà nel raccontare filastrocche  o fiabe, nel cantare la ninna nanna, o facendo ascoltare musiche e canzoncine, educando il bimbo alla percezione dei colori, con l’uso di immagini e l’ascolto della Musica.  La  fase pre-natale e poi  fino ai due  anni di vita, ha una importanza fondamentale nella fase dell’apprendimento del bambino.

COLORI E MUSICA DAI 3 AI 6 ANNI

Entrando nel terzo anno di Vita aumenta la capacità dei  bimbi nel distinguere suoni e colori. Basta osservare la loro eccitazione quando appare nel cielo l’arcobaleno, che è la sintesi perfetta dell’armonia dei colori sospesa nel tempo-spazio. Oppure  provate  dar loro un foglio di carta e dei colori, pennarelli  o matite colorate, li vedrete perdersi per ore nel mondo della fantasia.


STORIA DI UN’IDEA

Nel 1979, grazie al Presidente del Circolo Didattico di Vigonza, il rimpianto Mino Bellabona, con un collega e amico siamo stati invitati per avviare un progetto di Educazione Musicale, nel dopo Scuola, in 12 Plessi Scolastici.  Nel pacchetto ci hanno   infilato anche la Scuola Materna  (allora si chiama- vano così) di Busa di Vigonza e  proprio lì abbiamo scoperto che i nostri lunghi anni di Studio,  servivano a poco con dei bimbi che non sapevano leggere nè scrivere. Per fortuna,  nei quattro anni di Università trascorsi a Verona, avevo conosciuto  un bravissimo chitarrista americano, Luis (che ringrazio per avermi insegnato le tecniche del country alla chitarra) e gli ho chiesto : “Ma voi come fate in USA con i bimbi dai 3 ai 6 anni ?” La risposta è stata di una semplicità disarmante :
“ I bambini, nella prima infanzia imparano  il 70% delle nozioni che poi si porteranno dietro per tutta la Vita. Per esempio, grazie alla Didattica  Familiare  (mamma, papà, fratelli, nonni) imparano a dire le prime paroline, a conoscere gli oggetti, in casa e fuori, chiamandoli per nome. (ad es. sono attratti dagli animali) Inoltre  vengono addestrati a distinguere quello che possono o non devono toccare (come il fuoco) o mettere in bocca. Ma la cosa che tutti  i bimbi di 3 anni sanno fare,  è distinguere i colori. Per fare Musica con i bambini di questa età basta partire da qui : associare un colore ad ogni nota  e il resto sarà un gioco.”

UN METODO CHE FUNZIONA PERCHE’ PROVATO SUL CAMPO

Fu così che, accogliendo i suggerimenti di Luis, con molta umiltà, abbiamo messo da parte le nostre sicurezze : anni studio, la Teoria e il Solfeggio, le tecniche  e tutto il rest. Ci siamo messi a giocare con i bambini, sperimen tando molto, ascoltando le loro richieste seguendo proprio questo semplice abbinamento-percorso : DAI COLORI ALLA MUSICA. Così, anno dopo anno, siamo cresciuti nella nostra conoscenza di questa metodologia che ci è nata tra le mani, insegnando e imparando con i bimbi. Possiamo dire che allora, non esistevano metodi Didattici del genere e ci siamo dovuti arrangiare con  l’uso di Visual,  con filastrocche e canzoni che abbiamo scritto appositamente, scegliendo di inventarci dei giochi interattivi, utilizzando la voce per cantare e l’uso di piccoli strumenti  per la Ritmica. Così. giorno per giorno, anno per anno,   come in un bellissimo puzzle abbiamo messo insieme tante esperienze, giochi, poesie e canzoni, che ci hanno portato a creare   questo Metodo Didattico innovativo, per FA-RE Musica con e per i bambini della Scuola dell’Infanzia, (ma si può continuare anche nella Scuola Primaria) che abbiamo trovato logico chiamare RITMINCANTO.

We will also draw visit our web company confidence from the fact that once again, the redmond pie team will be heavily involved in the event, acting in the familiar role of official sponsors